Il Trofeo delle Province porta con se i titoli di coda di una intensa stagione di atletica, forse per questo la vivo con un misto tra un respiro di sollievo e la nostalgia delle competizioni, forse più semplicemente non amo i viaggi in pullman e già in vista di Altedo scalpitavo (pensa ad arrivare “fino” a Cattolica).

All’inizio un poco di musica come anestetico poi, uno sguardo (catalizzante) a quei giovani ragazzi e ragazze compagni di questo viaggio, sul loro piacere di stare insieme e difendere, per quanto possibile i colori della loro provincia (ben lontano però è il campanilismo pallonaro). Qualcuno è tornato a casa con una medaglia, per tutti il ringraziamento per essere stati ancora una volta in campo, magari in una specialità sconosciuta fino a pochi giorni prima, ma più forte della paura o dell’imbarazzo è stato il piacere di “dare una mano”.

L’Atletica è anche questo.

Pics on Flickr

 

[RFG_gallery id=’40’]

Domenica sera rientrati da Montecassiano mi sono messo a dare uno sguardo ai risultati delle finali dei societari assoluti, in particolare delle quattro finali B, quelle che solo virtualmente permettono alle prime tre squadre di accedere alla Serie Argento (ma quasi mai succede) ma che raccolgono entusiasmo vero, perché è in queste finali che si vede la passione per l’atletica e dove le performance non poi così di “Serie B”. L’ho fatto però ripensando ad un anno fa, al 2015 quando l’ultimo weekend di settembre eravamo a spasso e non in pista; siamo e siate quindi orgogliosi dei nostri risultati, l’avere chiuso la classifica non significa delusione (come ho letto in qualche volto, sentito in qualche commento). Il 2016 ci ha regalato grandi prestazioni, abbiamo conquistato traguardi importanti, ho avuto l’onore di essere ad una finale con un gruppo di ragazze fantastiche che hanno dato il meglio per se stesse e per le compagne rimaste a casa. Ripartiamo da qui.
I risultati della Finale B nazionale di Montecassiano (MC).

La classifica della finale femminile

Il Link al filmato della manifestazione.

La rassegna fotografica

In verità siamo già ripartiti, essere nella periferia di Macerata e “tampinare” i tecnici che sono a Reggiolo per ricevere le belle notizie dei nostri cadetti e cadette impegnate nei regionali di categoria, qualche bel metallo prezioso portato a casa e per molti il cronometro che si ferma ben prima della volta precedente.

I risultati di Reggiolo

 

[RFG_gallery id=’39’]

Tra le molteplici “cose” che un dirigente di una piccola società deve fare è mantenere i rapporti con la stampa. Fornire un’adeguata informazione vale più di una campagna pubblicitaria, quindi ci si mette alla tastiera e si cerca di raccontare quello che si è fatto (o si farà) nel miglior modo possibile, esaltando o smussando a seconda delle occasioni positive o negative.
Ho avuto occasione di partecipare in passato ad alcuni seminari per dirigenti e il suggerimento che ci veniva trasmesso era quello di un serrato dialogo con la stampa seguendo non solo le classiche 5W (What, When, Who, Why, Where) ma evitando anche la “Lista dei Morti”; ovvero l’elenco smisurato di tutti i nomi e relativa prestazione di una determinata manifestazione.
I quotidiani cartacei hanno sì spazio per gli sport “minori” ma questo varia a seconda del periodo (quando iniziano i vari campionati, calcio, basket, volley, ecc.. si riduce considerevolmente) e altra fondamentale regola, conta di più una foto di molte righe.
Perché tutto questo?!, Perché come dice il titolo, sono (Piacevolmente) IMBARAZZATO. E’ stato fino ad oggi un mese di Settembre carico di grandi soddisfazioni, di performance, di partecipazione, di entusiasmo e vorrei che ognuno di voi avesse il meritato spazio ma, senza dilungarmi, comprendete che questo è impossibile.
Godiamoci allora questo nostro sito e magari partecipiamo a renderlo ancora più vivo e aggiornato; approfondiamo i risultati (in questo caso questo caso quelli di questo bellissimo Settembre), guardiamoci con passione la rassegna fotografica e avanziamo suggerimenti. Questo è il nostro spazio, il vostro spazio.
I risultati del Trofeo Crotti – Ruggeri – Modena 3 Settembre.

I risultati del Trofeo Tania Galeotti – Reggio Emilia 4 Settembre

Le foto del Trofeo Tania Galeotti

I risultati dei Campionati Regionali Allievi e Trofeo Regionale Master – Modena 10 e 11 Settembre

Le foto del Campionato Regionale Allievi e Trofeo Master

I risultati del Meeting Run, Jump & Throw – Rubiera 13 Settembre

I risultati del Memorial Fantinelli – Faenza 14 Settembre

Le foto del Memorial Fantinelli

I risultati del Campionato Regionali Junior/Promesse e C.D.S. Allievi 2° fase – Modena 17 e 18 Settembre

Le foto del Campionato Regionali Junior/Promesse e C.D.S. Allievi 2° fase – Modena 17 e 18 Settembre

La pagina su estense.com

Che ci fossero i presupposti per una bella serata di atletica era nell’aria, buon programma di gare (compatibilmente alle condizioni dell’impianto), calendario non congestionato da altre manifestazioni, le luci finalmente sistemate, persino il temporale che ha girato e rigirato intorno a noi ci ha graziato ma, ci voleva qualcosa di più.

Ci voleva la nostra passione nel trasformare un campo di atletica fatiscente in un piccolo gioiello pronto ad accogliere quasi quattrocento atleti, i loro accompagnatori e gli appassionati di questo bellissimo sport.

Grazie a tutti coloro che hanno dato il loro tempo e le loro braccia per pulire, lucidare, preparare, collaborare la sera della manifestazione e alla fine ripulire l’impianto. Ancora oggi, a diversi giorni di distanza è pulito e luminoso. Un vero applauso per tutti voi.

Non solo ottimi numeri, ancor più alta è stata la qualità in tutte le gare, basta scorrere i risultati.

I risultati del 21° Ferrarameeting
La rassegna stampa:

Link1 Link2 Link3

Foto 

 

[RFG_gallery id=’34’]

Due titoli regionali, due secondi posti, un terzo posto; medaglie preziosi e pesanti integrate da altri buoni piazzamenti e performance di alto profilo ai regionali assoluti, lassù in cima all’Emilia Romagna, nell’isolata pista di Piacenza.
Piacenza è stata anche la terza e ultima prova dei societari assoluti, quella “cosa” che fa diventare uno sport individuale come l’atletica uno dei momenti più solidi dal punto di vista dell’impegno, del sacrificio e del sostegno. Credo a volte ci si senta più squadra di una normalissima formazione di calcio, basket, volley, ecc.. dove appunto tutto è già ben delineato.
E’ nata (e tutti ci chiediamo se avrà un futuro) la formazione maschile, magari meno improvvisata (diciamo fantasiosa) in alcune specialità, difficilmente scenderà nel breve periodo sotto le tre cifre nella classifica finale, ma ci sarà.
La classifica appunto. L’ufficialità non sarà possibile prima di una decina di giorni (da oggi) ma 14.795 punti la formazione femminile non li aveva mai fatti (14.022 nel 2014), poco meno di 13.500 lo scorso anno dove la malasorte ci aveva preso sottobraccio.
14.795 punti non sono fatti solo di corse, lanci e saluti. Sono la trasposizione (bel termine, vero?!) dell’impegno di tutti, tecnici e atleti, e lo desidero sottolineare, di quelle atlete che non vedono il loro nome, la loro performance nella tabella punteggi(*) ma che con coraggio e impegno si sono messe a disposizione dal primo momento.
Chi sarà in campo nella finale di fine settembre lo dovrà anche a loro e dovrà dare il meglio anche per loro.
(*): ebbene sì, la Tabella Punteggi esiste da sempre, riporta un “range” di punteggio/performance individuale MIN/MAX per accedere alle finali.
Quest’anno il “range” massimo preventivabile era 740 punti/gara……..740 p. x 20 gare = 14.800 punti

I risultati, l’album delle foto

[RFG_gallery id=’33’]