Il Trofeo delle Province porta con se i titoli di coda di una intensa stagione di atletica, forse per questo la vivo con un misto tra un respiro di sollievo e la nostalgia delle competizioni, forse più semplicemente non amo i viaggi in pullman e già in vista di Altedo scalpitavo (pensa ad arrivare “fino” a Cattolica).

All’inizio un poco di musica come anestetico poi, uno sguardo (catalizzante) a quei giovani ragazzi e ragazze compagni di questo viaggio, sul loro piacere di stare insieme e difendere, per quanto possibile i colori della loro provincia (ben lontano però è il campanilismo pallonaro). Qualcuno è tornato a casa con una medaglia, per tutti il ringraziamento per essere stati ancora una volta in campo, magari in una specialità sconosciuta fino a pochi giorni prima, ma più forte della paura o dell’imbarazzo è stato il piacere di “dare una mano”.

L’Atletica è anche questo.

Pics on Flickr

 

[RFG_gallery id=’40’]