‘Cause we made a promise we swore we’d always remember
No retreat, baby, no surrender
Blood brothers in the stormy night with a vow to defend
No retreat, baby, no surrender
(No Surrender – B. Springsteen)
Una strofa, quattro sole righe per ringraziare chi ha corso con le gambe e chi a bordo campo ha speso tutta la voce per sostenerli

Risultati società, Risultati individuali, Galleria Fotografica di Forlì

prima e dopo c’è stato tanto e tutto buono.

NO SURRENDER per chi a Padova e Reggio Emilia ripartiva con fatica e timore (Bentornata Claudia, benvenuta Matilde!):

FB_IMG_1453805958525
1500 Donne

20160124_112155_resized20160124_114257_resized20160124_114258_resized20160124_132444_resized20160124_132516_resized20160124_132518_resized

Martello Donne All/Jun.
e poi a Modena e Ancona se non si migliora ci si conferma:
60 Uomini, 60 Donne60 CadetteLungo Donne.

Una ventina di centesimi sulla pista. Se fossero alcune monetine ambrate probabilmente per assonanza cromatica non le noteremmo neanche ma, se rimangono sulla pista dei centesimi di secondi, anche pochi, tutto assume più valore. Così a Modena nel weekend scorso c’è stato un miglioramento generalizzato nei 60 metri da “strappare” un sorriso anche a coloro che hanno nell’autocritica la propria fonte di auto-motivazione. I risultati dei 60 metri ai Campionati Regionali All/Jun/Pro di Modena:
60 m. AF
60 m. JM

La stessa distanza però l’ha corsa anche Francesca ad Ancona….sotto lo sguardo critico e invidioso di Silva

MA SI!!! CHE VUOI CHE SIA!! CENTIMETRO PIU’, CENTIMETRO MENO!
Vallo a spiegare a Federica che sempre ad Ancona si ferma a un centimetro dal minimo U23 nel salto in lungo, bella però la serie di salti che ispira fiducia.

E POI SI ALLINEANO I PIANETI E TI TROVI CAMPIONE REGIONALE!!!
Che Federico già dai primi giorni in Atletica Estense potesse essere un potenziale lunghista era possibile, bastava solo velocizzarsi, migliorare la fase di volo, quella di caduta e soprattutto mettere d’accordo il suo piede di stacco e l’asse di battuta, due elementi che spesso si tenevano a debita distanza.
Poi, come per le millenarie comete, c’è stato un allineamento planetario e ti ritrovi nella sabbia quasi mezzo metro più in la del solito proprio quando la gara vale come campionato regionale indoor juniores.

Che significa “nove giorni”? sono quelli trascorsi dall’ultima gara del 2015 alla prima competizione del 2016; insomma non ci siamo poi riposati tanto. Anzi! sono stati giorni frenetici e importanti e, quasi a sancire l’inizio della nostra avventura sportiva 2016 la prima performance assoluta di quest’anno è di Federica.

Federica chi? Insieme a Matilde Buda, Federica Giovanardi è non solo la nostra nuova atleta, sono le vostre nuove compagne di squadra alle quali do a nome di tutti il più “CALOROSO BENVENUTE!!” in ATLETICA ESTENSE.

Cosa fanno Matilde e Federica?. “Basta! Rispondo a questa domanda poi starà a tutti noi farle sentire passione, calore e sostegno in ogni gara”.

Bene, andiamo a questo weekend appena trascorso, prima ad Ancona dove appunto Federica all’esordio stagionale nel salto triplo trova carattere e attributi per lasciare tra lei e la pedana di stacco 11,52 metri di luce. Minimo per i campionati italiani indoor e outdoor U23 ottenuto. Sempre al Palaindoor marchigiano un sms raccontava che Francesca Lorenzi aveva litigato con i blocchi chiudendo i 60 metri in 8”36 migliorandosi poi in 8”32 nella finale. Francesca si dimenticava però di dire che era malaticcia.

I risultati di Ancona

Sempre al “calduccio” degli impianti indoor, a Modena questa volta, si è avuta la conferma che “allenarsi è importante”. Progressi e record personali per le nostre giovani sprinter Giulia Benvenuti, Maria Chiara Branchetti, Anna Pazi oltre a Federico Vancini mentre Oliviero Carlini lo avvicina.

I risultati di Modena

Un poco di sole, non troppo freddo e neanche tanto fango nel primo turno dei societari di campestre regionali di Formigine (MO). Come è andata? Le Allieve hanno fatto di tutto per non essere al primo posto, seminfluenzate, problemi alle caviglie per gli scivoloni sui tappeti a capodanno, ecc..purtroppo non ci sono riuscite e sono saldamente al comando della classifica generale (ma possono fare meglio). Devono fare meglio gli Allievi, al momento primi degli esclusi dalla finale nazionale ma il margine è ridotto e tutto è ancora possibile. “Oscar della Sfortuna” alla formazione Cadette!!! In pochi giorni perdono due compagne, vittime dei giochi sulla neve e del malefico virus e la posizione in classifica generale è molto bugiarda. In gara singolarmente e con buone > ottime performance Nicolò Conti, Dario Berveglieri, Elena Bonafè e Simone Massarenti che con Anna Mangolini, se si manterrà nella Top10 potrebbe cogliere la convocazione nella rappresentativa regionale di campestre in gara alla finale nazionale di Gubbio.

I risultati di Formigine. Qui invece la galleria.

 

[RFG_gallery id=’20’]